Boxe, Addio alla leggenda Jake LaMotta

di Domenico Silvestre – Ci lascia all’età di 96 anni, la leggenda della Boxe mondiale Jake LaMotta, “Toro Scatenato”, in seguito a complicazioni legate ad una polmonite.

Nato nel 1921 a New York, da papà siciliano, aveva debuttato giovanissimo nel mondo del pugilato, ad appena 19 anni, conquistando il titolo di campione Mondiale dei pesi massimi, il 16 giugno del 1949. Storici i suoi incontri con Sugar Ray Robinson, con il quale potette costruire la sua leggende di pugile dalla mascella d’acciaio, battibile, ma mai per KO.

Tante ombre nella sua carriera legate anche a match truccati sotto l’occhio di “Cosa Nostra”, per il quale fuo anche reo confesso.

Nel 1950, diuscì a difendere il titolo al Madison suqare Garden di New York, ma dovette abdicare il 14 febbraio del /51 nel celebre match soprannominato “il massacro di San Valentino”, dove LaMotta fu annientato dai colpi inferti da Sugar Ray ma riuscì, stoicamente, a restare in piedi senza mai andare KO.

Proprio questa scena, fu ripresa da Martin Scorsese nel film “Toro scatenato” e resa immortale grazie all’interpretazione di Robert De Niro.

Dopo la sua carriera di pugile, diventò gestore di bar, comico e addirittura attore, partecipando ad alcuni film, tra cui “Lo Spaccone”.

L’ultimo KO, della sua vita, glielo ha riservato la polmonite.

 

 

Condividi su
  •  
  •  
  •  
  •  
  •